La carta dei vini

Una carta in continua evoluzione come i nostri gusti. Poche certezze che si chiamano TERRITORIO (q.b.), RIESLING (mi piace riportare quanto scrive Stefan Wieser patron di Ciasa Salares, che non conosco ma di certo stimo da lontano, quando scrive

"Quando assieme a mio figlio facciamo uno spuntino dopo il lavoro serale del ristorante e lui mi dice: “stasera assaggerei volentieri un goccio di Riesling”, ripongo buone speranze nella sua generazione!”),

PINOT NERO (come dovrebbe essere un vero Pinot nero ovvero scarico ed acido). Il resto è frutto di piacevoli scoperte, qualche scelta necessaria ed antenne accese su dove sta andando il gusto. Alessandro con Davide (sommelier) e Simona (sala)


Scarica la carta dei vini